Cavo di segnale lungo o corto: qual è la soluzione migliore?

Nozioni tecniche applicate in campo audio
Rispondi
pasgal
Messaggi: 148
Iscritto il: dom 1 lug 2018, 14:33
Località: Roccarainola (NA) 80030
Contatta:

Cavo di segnale lungo o corto: qual è la soluzione migliore?

Messaggio: # 3586Messaggio pasgal
dom 12 ago 2018, 8:33

Grazie Andrea.
Domanda off topic (ormai il topic originale si è risolto con la gentile risposta di Massimo):

So bene che ascoltando le differenze sul campo, ossia andando ad orecchio, è la miglior cosa, ma tecnicamente più lungo è un cavetto di segnale peggio è?
Mi spiego meglio, un cavetto di segnale da 5 metri di lunghezza è quasi sempre peggio dello stesso cavetto (solo accorciato) ma lungo 90 cm?
Pasquale

pasgal
Messaggi: 148
Iscritto il: dom 1 lug 2018, 14:33
Località: Roccarainola (NA) 80030
Contatta:

Re: Leggero rumore di massa V7000 con CD7550 spento

Messaggio: # 3587Messaggio pasgal
dom 12 ago 2018, 9:20

Monacor AC-122 presi qui https://www.igtek.it/monacor-ac122-cavo ... 12775.html si trovava anche a meno ma tutto sommato qui accettavano pagamento paypal e spedizioni a basso costo, con 11 euro ne ho presi 2 per provarli tutto compreso.
Pasquale

Avatar utente
M.Ambrosini
Site Admin
Messaggi: 943
Iscritto il: ven 9 feb 2018, 7:10
Località: Ravenna
Contatta:

Re: Cavo di segnale lungo o corto: qual è la soluzione migliore?

Messaggio: # 3589Messaggio M.Ambrosini
dom 12 ago 2018, 9:36

pasgal ha scritto:
dom 12 ago 2018, 8:33
Grazie Andrea.
Domanda off topic (ormai il topic originale si è risolto con la gentile risposta di Massimo):

So bene che ascoltando le differenze sul campo, ossia andando ad orecchio, è la miglior cosa, ma tecnicamente più lungo è un cavetto di segnale peggio è?
Mi spiego meglio, un cavetto di segnale da 5 metri di lunghezza è quasi sempre peggio dello stesso cavetto (solo accorciato) ma lungo 90 cm?
Occorre fare un distinguo tra cavo di segnale e cavo di potenza: in quest'ultimo caso infatti essendo l'impedenza del carico (diffusori) e l'impedenza di uscita dell'ampli di un ordine di grandezza paragonabile a quello del cavo, le differenze misurabili con una semplice risposta in frequenza possono essere evidenti passando da un cavo di 1m a uno di 5m per cui in genere a parità di cavo la miglior soluzione la si ha con cavi di ridotta lunghezza (non vi venga voglia di tagliare i cavi Grundig però!).
Per quanto riguarda il cavo di segnale, l'impedenza rappresentata dal carico (impedenza di ingresso dell'amplificatore) è invece generalmente di un'ordine di grandezza ben maggiore dell'impedenza del cavo. Non si scende mai al di sotto del KOhm mentre impedenze di ingresso classiche oscillano su valori superiori ai 10 KOhm e questo a fronte di impedenze di uscita che su un buon preamplificatore possono essere addirittura inferiori ai 50 Ohm. Ciò rende non misurabili gli effetti sulla risposta in frequenza del cavo anche a fronte di lunghezze piuttosto importanti. La scelta sulla lunghezza del cavo di segnale va fatta quindi (a parità di cavo e di connettori plastificati) in funzione della possibilità di installarlo in modo ""sospeso" ovvero in modo da non fare toccare al cavo il ripiano o il pavimento che rappresentano in tal caso di gran lunga la variabile di maggior influenza negativa sul suono.
Massimo

pasgal
Messaggi: 148
Iscritto il: dom 1 lug 2018, 14:33
Località: Roccarainola (NA) 80030
Contatta:

Re: Cavo di segnale lungo o corto: qual è la soluzione migliore?

Messaggio: # 3590Messaggio pasgal
dom 12 ago 2018, 9:38

Molto bene, grazie.
Pasquale

pasgal
Messaggi: 148
Iscritto il: dom 1 lug 2018, 14:33
Località: Roccarainola (NA) 80030
Contatta:

Re: Cavo di segnale lungo o corto: qual è la soluzione migliore?

Messaggio: # 3763Messaggio pasgal
mar 28 ago 2018, 14:17

M.Ambrosini ha scritto:
dom 12 ago 2018, 9:36
Ciò rende non misurabili gli effetti sulla risposta in frequenza del cavo anche a fronte di lunghezze piuttosto importanti. La scelta sulla lunghezza del cavo di segnale va fatta quindi (a parità di cavo e di connettori plastificati) in funzione della possibilità di installarlo in modo ""sospeso" ovvero in modo da non fare toccare al cavo il ripiano o il pavimento che rappresentano in tal caso di gran lunga la variabile di maggior influenza negativa sul suono.
Ri-leggere certe cose serve sempre.
Pasquale

Rispondi