Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Dove fare quattro chiacchiere al di la dell'audio - Off-topic
Rispondi
Avatar utente
M.Ambrosini
Site Admin
Messaggi: 1649
Iscritto il: ven 9 feb 2018, 7:10
Località: Ravenna
Contatta:

Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 671Messaggio M.Ambrosini
sab 17 mar 2018, 13:50

...le cose semplici?
Più si velocizzano i tempi e più si sente la necessità di immettere nel mondo del lavoro una serie di adempimenti che complicano sempre più la vita.
Si diceva che con la digitalizzazione sarebbe sparita la carta...eppure mai come ora c'è un consumo pazzesco di carta. Ci scassano i cosiddetti con le firme sull'antireciclaggio e sulla privacy...avete mai visto tante violazioni della privacy da quando esistono le leggi sulla privacy?
Nell'azienda di telecomunicazioni per cui lavoro dopo decenni in cui si parlava tranquillamente al telefono al fine di risolvere i problemi, con le nuove tecnologie c'è chi si è inventato un numero rilevante di applicativi per cellulare al fine di evitare qualunque comunicazione verbale...siamo arrivati al punto che per inserire una malattia occorre farlo via "app"...immaginate un po' uno con la febbre a 40 che si mette a pistolare con un applicativo...
Oppure se si ha bisogno velocemente di una info...non si alza più il telefono, no, perchè è troppo oneroso sbattere in un "occupato" richiamando poi...si deve aprire una app e si invia un messaggio che verrà risposto entro 10-30 minuti bloccando di fatto l'attività lavorativa di ha bisogno di quella info.
La mia domanda è: tutto a questo mondo è diventato lecito o arriveremo o prima o poi ad un punto in cui l'assenza palese di buon senso non sarà più tollerata?
Noto che questa voglia di scrivere e non di parlare è in crescita esponenziale nel mondo del lavoro...secondo voi perchè?
Massimo

Avatar utente
fantabaffo
Site Admin
Messaggi: 786
Iscritto il: gio 8 feb 2018, 18:24
Località: Verona

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 674Messaggio fantabaffo
sab 17 mar 2018, 14:26

Semplicemente perché per parlare serve una quantità di persone in più che lavorano, ed il lavoro costa.

Non entro nel merito della polemica né nel merito del discorso sul lavoro, ma la risposta alla domanda è semplice e non ha nulla a che fare con volontà di complicazione.
Alessio

Avatar utente
M.Ambrosini
Site Admin
Messaggi: 1649
Iscritto il: ven 9 feb 2018, 7:10
Località: Ravenna
Contatta:

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 675Messaggio M.Ambrosini
sab 17 mar 2018, 14:59

Un giorno prima che tale applicativo entrasse in funzione le persone erano le stesse, se trovavi occupato richiamavi e te la sbrigavi in 1/10 del tempo attuale...
Massimo

Avatar utente
fantabaffo
Site Admin
Messaggi: 786
Iscritto il: gio 8 feb 2018, 18:24
Località: Verona

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 676Messaggio fantabaffo
sab 17 mar 2018, 15:34

Quando l'applicativo è a regime le persone che lavorano sono 1/10 e se il tempo privsto si incrementa non frega nulla a nessuno. Se poi l'azienda ha vincoli contrattuali con lavoratori attuali, limera comunque dei posti per il futuro, e mano a mano che operatori vanno in pensione o si licenzano non li sostituisce ma li rimpiazza con persone di settoei in esubero.
Alessio

Avatar utente
M.Ambrosini
Site Admin
Messaggi: 1649
Iscritto il: ven 9 feb 2018, 7:10
Località: Ravenna
Contatta:

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 677Messaggio M.Ambrosini
sab 17 mar 2018, 15:57

fantabaffo ha scritto:
sab 17 mar 2018, 15:34
Quando l'applicativo è a regime le persone che lavorano sono 1/10 e se il tempo privsto si incrementa non frega nulla a nessuno. Se poi l'azienda ha vincoli contrattuali con lavoratori attuali, limera comunque dei posti per il futuro, e mano a mano che operatori vanno in pensione o si licenzano non li sostituisce ma li rimpiazza con persone di settoei in esubero.
L'applicativo è a regime, le persone sono sempre quelle...ma lavoriamo peggio noi.
Ma ciò che mi incuriosisce è soprattutto: perchè cresce la voglia di scrivere e si preferisce evitare di parlare con gli altri sempre di più?
Massimo

Avatar utente
fantabaffo
Site Admin
Messaggi: 786
Iscritto il: gio 8 feb 2018, 18:24
Località: Verona

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 678Messaggio fantabaffo
sab 17 mar 2018, 16:23

M.Ambrosini ha scritto:
sab 17 mar 2018, 15:57


L'applicativo è a regime, le persone sono sempre quelle...ma lavoriamo peggio noi.
Ma ciò che mi incuriosisce è soprattutto: perchè cresce la voglia di scrivere e si preferisce evitare di parlare con gli altri sempre di più?
Questa è una questione molto diversa rispetto ai piani di riorganizzazione economica di una grande azienda, e senz'altro molto interessante...
Possiamo provare a sviluppare qualche considerazione personale in merito :)
Alessio

Avatar utente
M.Ambrosini
Site Admin
Messaggi: 1649
Iscritto il: ven 9 feb 2018, 7:10
Località: Ravenna
Contatta:

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 682Messaggio M.Ambrosini
sab 17 mar 2018, 16:36

fantabaffo ha scritto:
sab 17 mar 2018, 16:23
M.Ambrosini ha scritto:
sab 17 mar 2018, 15:57


L'applicativo è a regime, le persone sono sempre quelle...ma lavoriamo peggio noi.
Ma ciò che mi incuriosisce è soprattutto: perchè cresce la voglia di scrivere e si preferisce evitare di parlare con gli altri sempre di più?
Questa è una questione molto diversa rispetto ai piani di riorganizzazione economica di una grande azienda, e senz'altro molto interessante...
Possiamo provare a sviluppare qualche considerazione personale in merito :)
Uhm...non sono proprio così sicuro che siano due cose così nettamente distinte...comunque dimmi pure la tua sull'argomento
Massimo

Filippo
Messaggi: 1011
Iscritto il: mar 6 mar 2018, 21:49
Località: Salerno

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 691Messaggio Filippo
dom 18 mar 2018, 2:00

Azzardo?
Per poter controllare le persone e i processi.
Verba volant scripta manent, anche su un'app.
Anche nel mio lavoro le cose si sono complicate.....
Prima se non c'era nulla che non andasse si prendeva un foglio di carta e si scriveva tt ok, e si passava al controllo successivo. adesso bisogna sempre fare un verbale che minimo minimo porta via 40/45 minuti....
Perché non si fidano e vogliono controllarti, ma secondo me cosa succede...... succede che chi non aveva voglia di lavorare non lavora lo stesso, chi vuole fare si trova rallentato dalla burocrazia.
Questo si che è progresso.
Cmq sembra che sia una tendenza generalizzata, si tende sempre più a normare e inquadrare le attività, a regolamentarle. Probabilmente è un'evoluzione naturale delle società progredite.... più si va avanti e più si formalizza, ostacolando ciò che il buon senso permetterebbe di risolvere più velocemente.
A livello pubblico incomincia l'unione europea con i vari regolamenti sugli aspetti più disparati e i singoli stati devono normare per dare applicazione ai regolamenti (paletti su paletti.... burocrazia).
A livello privato pure si cerca di stabilire con sempre maggiore precisione le "regole del gioco", ossia come le singole attività devono essere svolte. Le certificazioni ISO docent. Le attività sono sempre più schematizzare perché devono essere controllabili per evitare errori e mancanze e individuare le responsabilità.
Nelle nazioni meno progredite tutti questi lacci e lacciuoli non esistono......e infatti loro producono e invadono i mercati, noi facciamo carte!! Magari si fa chiudere o si multa un'attività produttiva perché formalmente non in regola, anche se nella sostanza non c'è nulla che non vada.....
Ok il controllo dei processi, la sicurezza etc etc.....ma fino ad un certo punto. Bisogna valutare bene fin dove conviene spingersi nell'equilibrio tra controllo dei processi ed efficienza.
Non penso si tratti del fatto che non c'è più voglia di parlare o roba del genere.
Poi se così facendo a lungo andare si riesce anche a snellire la struttura del personale di un'azienda questo bisognerebbe chiederlo agli esperti del settore.....ma non credo. Lo snellimento si ottiene in genere con l'informatizzazione non tanto con la mera schematizzazione. Se la schematizzazione include l'informatizzazione allora si.
Infine c'è secondo me un ulteriore aspetto da considerare in uno stato come l'Italietta, almeno a livello pubblico...... più regole ci sono da rispettare più è facile esercitare un controllo di tipo intimidatorio e condizionante......

Avatar utente
M.Ambrosini
Site Admin
Messaggi: 1649
Iscritto il: ven 9 feb 2018, 7:10
Località: Ravenna
Contatta:

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 707Messaggio M.Ambrosini
lun 19 mar 2018, 9:51

Filippo ha scritto:
dom 18 mar 2018, 2:00

Infine c'è secondo me un ulteriore aspetto da considerare in uno stato come l'Italietta, almeno a livello pubblico...... più regole ci sono da rispettare più è facile esercitare un controllo di tipo intimidatorio e condizionante......
...e far vivere le persone sempre nel terrore di aver sbagliato qualcosa e di dover subìre qualche ritorsione assurda.
Comunque condivido il tuo post ...il poter lasciare sempre nero su bianco per poter "pararsi il..." sembra sia la principale preoccupazione che ai livelli intermedi e non solo, viene posta in atto. Il preoccuparsi che le cose funzionino ha una priorità inferiore.
Massimo

Avatar utente
emulatore
Messaggi: 661
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 8:33
Località: Torino

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 708Messaggio emulatore
lun 19 mar 2018, 9:59

Filippo ha scritto:
dom 18 mar 2018, 2:00
Azzardo?
Per poter controllare le persone e i processi.
Verba volant scripta manent.
Hai centrato il punto.
Non credo serva aggiungere altro.
Emmanuele

Avatar utente
fantabaffo
Site Admin
Messaggi: 786
Iscritto il: gio 8 feb 2018, 18:24
Località: Verona

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 714Messaggio fantabaffo
lun 19 mar 2018, 12:02

M.Ambrosini ha scritto:
lun 19 mar 2018, 9:51

Comunque condivido il tuo post ...il poter lasciare sempre nero su bianco per poter "pararsi il..." sembra sia la principale preoccupazione che ai livelli intermedi e non solo, viene posta in atto. Il preoccuparsi che le cose funzionino ha una priorità inferiore.
Io invece non condivido QUASI nulla del post di Filippo.. .filippo non me ne volere ;)
Ma condivido invece questa frase che ho evidenziato.

Il fatto che ci siano molte normative in Italia dipende dal fatto che il nostro diritto giurisprudenziale si basa sul concetto di "civil law", e questa stessa cosa è naturale derivazione della modalità di pensiero ed azione individuale dell'italiano medio. Che poi dei cattivi legislatori a volte complichino le cose è purtroppo cosa vera...

Il discorso "responsabilità" è un'altra questione scottante dei giorni nostri: ormai è sempre più necessaria a livello normativo l'individuazione delle responsabilità per qualunque procedimento, ed anche questo spesso va a scapito dell'efficienza. Tuttavia, rimane difficile sostenere che l'individuazione delle responsabilità sia un sistema errato o poco serio, semmai (anche qui) dovremmo imparare a rendere maggiormente efficienti le modalità applicative...
Alessio

Avatar utente
myfisite
Site Admin
Messaggi: 876
Iscritto il: sab 10 feb 2018, 15:13
Località: Prov. Milano

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 715Messaggio myfisite
lun 19 mar 2018, 12:07

emulatore ha scritto:
lun 19 mar 2018, 9:59
Filippo ha scritto:
dom 18 mar 2018, 2:00
Azzardo?
Per poter controllare le persone e i processi.
Verba volant scripta manent.
Hai centrato il punto.
Non credo serva aggiungere altro.
Direi che è ancora peggio di così. Si arriva quasi a condizionare e manipolare il modo di pensare e di agire delle persone.
Marco A.

Avatar utente
myfisite
Site Admin
Messaggi: 876
Iscritto il: sab 10 feb 2018, 15:13
Località: Prov. Milano

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 716Messaggio myfisite
lun 19 mar 2018, 12:15

Filippo ha scritto:
dom 18 mar 2018, 2:00
più si va avanti e più si formalizza, ostacolando ciò che il buon senso permetterebbe di risolvere più velocemente.
In certi campi purtroppo le regole vengono emesse artatamente per falsificare la competizione e danneggiare il concorrente diretto.
Marco A.

Filippo
Messaggi: 1011
Iscritto il: mar 6 mar 2018, 21:49
Località: Salerno

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 726Messaggio Filippo
lun 19 mar 2018, 15:18

fantabaffo ha scritto:
lun 19 mar 2018, 12:02
M.Ambrosini ha scritto:
lun 19 mar 2018, 9:51

Comunque condivido il tuo post ...il poter lasciare sempre nero su bianco per poter "pararsi il..." sembra sia la principale preoccupazione che ai livelli intermedi e non solo, viene posta in atto. Il preoccuparsi che le cose funzionino ha una priorità inferiore.
Io invece non condivido QUASI nulla del post di Filippo.. .filippo non me ne volere ;)
Ma condivido invece questa frase che ho evidenziato.

Il fatto che ci siano molte normative in Italia dipende dal fatto che il nostro diritto giurisprudenziale si basa sul concetto di "civil law", e questa stessa cosa è naturale derivazione della modalità di pensiero ed azione individuale dell'italiano medio. Che poi dei cattivi legislatori a volte complichino le cose è purtroppo cosa vera...

Il discorso "responsabilità" è un'altra questione scottante dei giorni nostri: ormai è sempre più necessaria a livello normativo l'individuazione delle responsabilità per qualunque procedimento, ed anche questo spesso va a scapito dell'efficienza. Tuttavia, rimane difficile sostenere che l'individuazione delle responsabilità sia un sistema errato o poco serio, semmai (anche qui) dovremmo imparare a rendere maggiormente efficienti le modalità applicative...
Non ti preoccupare non me la prendo assolutamente, ognuno è libero di pensarla come meglio crede, ma non mi hai capito.
l'Italia si sa è un paese particolare, la quantità di norme da rispettare è sempre stata abnorme rispetto al resto del globo, e questo è noto. Tuttavia è anche lampante che basta spostarci di 10/20 anni e pur a fronte di una mole di leggi e leggine ugualmente imponente, la vita di tutti i giorni non era imbrigliata come lo è adesso. La situazione peggiora sempre più perché, secondo me, alla naturale "vocazione" dell'italietta a legiferare, si aggiunge quanto dovuto a fronte di provvedimenti presi dall'unione Europea e, a livello privato, quanto previsto dalle certificazioni di sistema qualità, ambientale e chi più ne ha più ne metta. Non c'è più spazio per il buon senso, o c'è n'è molto molto meno. É questa la verità, e la tendenza è sempre verso un inasprimento di questa situazione.....nei sistemi di gestione parlano di miglioramento continuo...... dipende dai punti di vista!
Io non dico che ciò sia per forza negativo..... certo se prima c'era bisogno di una telefonata con un collega per risolvere tutto, adesso devi seguire la procedura è perdi più tempo.....
In alcuni casi può essere una cosa buona ( se in quella struttura lavorano delle teste di c..... Cio' può essere una cosa buona), se li i lavoratori sono persone responsabili è un di più, che fa giustamente girare i c....
Sono meccanismi che servono a dare garanzie, non per forza per essere più efficienti, anzi, ma tant'è.
Ma il risultato finale a cui si tende, in buona o mala fede, è la schematizzazione e il controllo.
In Italia poi si esagera sempre e si soffocano la vita quotidiana e le attività produttive.
Ripeto, in buona o ......in cattiva fede.....

iopoipoi
Messaggi: 159
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 12:09
Località: Milano

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 747Messaggio iopoipoi
mar 20 mar 2018, 13:12

esatto, infatti una volta si poteva non mettere le cinture, il casco, etc. etc., fumavamo nei cinema e sul tram (phigata tra l'altro), c'era un sacco di libertà in più..
certe volte faccio un pò fatica a seguirvi onestamente..

non me ne volere Massimo, ma noi qui sul forum che facciamo? Parliamo o scriviamo? Cosa è più funzionale?

Anche lavorativamente parlando, la scrittura ha diversi vantaggi, ma anche di tempo e flussi, se non erro facevi l'esempio dei ticket prima no, ma vi immaginate uno che deve lavorare e risolvere i problemi magari di natura tecnica/sistemistica che ogni due per tre risponde al telefono? Riuscirebbe mai a combinare qualcosa? a concentrarsi? ok metti un account che prende le chiamate, l'account trascrive ciò che sente, magari l'interlocutore dall'altra parte ha problemi di pronuncia e l'account sbaglia a trascrivere, etc etc
L'account è un attimo in bagno, il tipo chiama ma poi deve andare in mensa o a casa, etc etc
e la scrittura serve per limitare e controllare?

in modo molto molto banale è semplicemente più funzionale, so che è triste non pensare al grande fratello, però talvolta può essere più veritiero

poi che un tempo si chiacchierasse di più, ci fosse più socialità e ora i social etc etc..va bene, ma è un altro discorso
Marco

iopoipoi
Messaggi: 159
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 12:09
Località: Milano

Re: Perchè in Italia siamo così bravi a complicare...

Messaggio: # 748Messaggio iopoipoi
mar 20 mar 2018, 13:15

invece dal punto di vista letterario e della storia del pensiero lo scontro tra oralità e scrittura è davvero un tema molto interessante

Consiglio la lettura del testo superbo di Derridà, https://www.amazon.it/farmacia-Platone- ... da+platone

chiedo scusa se non metto link alla libreria dietro l'angolo..
Marco

Rispondi