Meglio ieri o oggi?

Dove fare quattro chiacchiere al di la dell'audio - Off-topic
andreamilano
Messaggi: 494
Iscritto il: gio 15 feb 2018, 22:16
Località: Milano

Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4046Messaggio andreamilano
ven 21 set 2018, 7:31

myfisite ha scritto:
mar 18 set 2018, 9:55
andreamilano ha scritto:
lun 17 set 2018, 21:29

Sinceramente non ricordo "Happy Radio" Marco. Come dici tu, son rimasto affezionato a quegli anni, forse perchè c'era una magia diversa da oggi, nonostante sia migliorata di molto la qualità della vita. Conservo ed uso abitualmente anche alcuni elettrodomestici dell'epoca.
Happy Radio trasmetteva tantissima musica e pochissima pubblicità. Forse aveva la sede nei dintorni di Saronno, se non ricordo male. Tu trovi che rispetto ad allora sia migliorata di molto la qualità della vita? Io la penso proprio al contrario. :) :) :)
Son nato in zona S. Cristoforo (navigli) e ricordo che traffico e smog non mancava nemmeno allora, anzi, camion (compresi quelli dell'A.M.N.U, ora A.M.S.A.) avevano sempre il posteriore nero. Anche gli autobus (bellissimi Lancia Esadelta) emanavano tanto fumo e tanto rumore di freno motore quando rallentavano. I tetti delle case neri, grazie all'alimentazione delle stufe a kerosene che anche noi avevamo in casa. Certo, i profumi che uscivano dalle panetterie erano eccezionali (forse non usavano lieviti chimici?). La michetta era leggera, gonfia e soprattutto vuota, non pesante piena di mollica. Adoravo il pane con l'uvetta (forse da te Marco era chiamato originalmente "tranvai"). Fatti di cronaca erano al pari di oggi, con qualche dispiacere in più grazie al grande consumo di eroina. Parchi, fontane e vespasiani pieni di siringhe. Molta più povertà, molta delinquenza, ignoranza più diffusa. Rispetto ad oggi, molte ditte attive, più artigiani. Vedere abbandonata la ditta Richard Ginori dove lavorava mia madre, nonna e bisnonna, mi mette tristezza. Ci passo tutt'ora con le auto d'epoca per rivivere quei momenti cercando di ignorare l'atmosfera e moda di oggi (ad esempio, non posso vedere ragazzi e ragazze con facce che poco c'entrano con occhialoni tondi, specie con montature fini e dorate). Adoravo andare insieme a mia madre e mia zia alla Standa di via Torino o alle varie Upim. Il latte della centrale Milano a forma di piramide, il Fiorello Locatelli, il soldatino di stagno che si trovava nel tappo della nutella. Moda ed arredamento anni '70 sono tutt'ora i miei preferiti.
Ora tutto è diverso ma l'amianto che prima era su ferodi, frizioni, coibentazioni e tettoie è vietato. Gli interventi a menisco e cistifellea non lasciano più cicatrici molto evidenti come 30 anni fa. Ecco, per quanto riguarda la spesa non è cambiato molto. Anche all'epoca ricordo che panetterie e drogherie consegnavano spesa a domicilio. Ora c'è internet che se da una parte ha portato via molto lavoro ad altri, dall'altra ci permette di avere tutto a portata di click e con costi davvero più economici di allora. Un apparecchio americano o giapponese lo pagavamo 5 volte in più e per le garanzie, apriti cielo.
Quello che manca ora è la volontà di dare spiegazioni a parole. Ad esempio, ieri sera la mia compagna ha chiesto in segreteria quando iniziasse il corso di inglese ma gli è stato risposto di guardare tutto su sito. Non si vuole perdere più tempo per altri. Il tempo lo sacrificano più volentieri sui social e sui giochini stupidi online. Un branco di deficienti che non guardano nemmeno se scatta il verde, se i loro figli buttano per aria tutto quel che trovano nei supermercati o nelle case degli invitati. Poi l'educazione...
Una volta ci si beccava anche uno schiaffo da un adulto estraneo se ci rivolgevamo loro in malo modo o se ci vedevano far qualcosa di illecito. Ora si va in galera anche se si da uno schiaffo al proprio figlio.

Per te Marco (anche altri), ci sono altri motivi per il quale non piace il mondo d'oggi?
Andrea Loberto

Avatar utente
myfisite
Site Admin
Messaggi: 954
Iscritto il: sab 10 feb 2018, 15:13
Località: Prov. Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4049Messaggio myfisite
ven 21 set 2018, 10:24

andreamilano ha scritto:
ven 21 set 2018, 7:31

Per te Marco (anche altri), ci sono altri motivi per il quale non piace il mondo d'oggi?
Bellissima ricostruzione. Io ho sempre vissuto (e vivo tuttora) in provincia e non ho mai conosciuto veramente la complessità della Milano di quegli anni. Posso però dire che la mia sensazione è che fino agli anni '80 c'era più cultura, libertà, personalità, individualità, pensiero, sensazioni. Oggi è rimasto solo un piatto regime dove ti convincono che tu sia una persona libera e originale ma dove tutto è omologato, massificato, manipolato, indifferenziato, anche le emozioni e i pensieri più profondi. Si può parlare solo di quello che decidono loro, le nuove tecnologie illudono di innovare ma in realtà non possiamo più distinguere tra i nostri pensieri e i loro slogan. Una gabbia invisibile e raffinatissima in cui ci hanno rinchiuso.
Marco A.

paofie
Messaggi: 94
Iscritto il: gio 22 feb 2018, 10:30
Località: piombino LI

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4057Messaggio paofie
sab 22 set 2018, 8:41

Ciao Paolo

andreamilano
Messaggi: 494
Iscritto il: gio 15 feb 2018, 22:16
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4065Messaggio andreamilano
dom 23 set 2018, 19:49

Rispecchia anche il tuo modo di vivere o lo dedichi a chi come me vive il suo mondo Paolo?
Andrea Loberto

Avatar utente
emulatore
Messaggi: 724
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 8:33
Località: Torino

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4076Messaggio emulatore
lun 24 set 2018, 9:33

Dico la mia:
non ho vissuto gli anni della grande guerra, sono relativamente giovane (36 anni) ma ho comunque avuto modo di vedere cambiamenti ed enormi differenze dai tempi delle elementari fino ad oggi.
Potessi scegliere tornerei senza alcun dubbio indietro di almeno 20/25 anni.
Non sapevo cosa fossero i cellulari (il mio primo lo ebbi a 18 anni preso da mio padre con i punti della Esso) ma ho vissuto a meraviglia la mia infanzia e adolescenza divertendomi con i miei amici con cose che oggi sembrano ormai superate, anche solo con una chiacchierata fino a tarda notte in riva al mare (abitavo in Calabria).
Un branco di deficienti che non guardano nemmeno se scatta il verde, se i loro figli buttano per aria tutto quel che trovano nei supermercati o nelle case degli invitati. Poi l'educazione...
Una volta ci si beccava anche uno schiaffo da un adulto estraneo se ci rivolgevamo loro in malo modo o se ci vedevano far qualcosa di illecito. Ora si va in galera anche se si da uno schiaffo al proprio figlio.
Come non essere d'accordo?
Non ho figli e di solito non parlo di ciò che non conosco, quello che conosco però è come i miei genitori mi hanno educato.
Di schiaffi e sculacciate i miei me ne hanno dati eppure non sono mai morto per questo.
Gli insegnanti alle elementari ci davano dei colpi sulle mani con le bacchette di legno come punizione....eppure non siamo morti, anzi....
Adesso i genitori sono letteralmente in balia dei propri figli facendosi comandare e assecondandoli in tutto.
A volte ti senti rispondere "...eh....adesso parli ma quando avrai dei figli vedrai...."
TUTTE CRETINATE!!!
Emmanuele

iopoipoi
Messaggi: 168
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 12:09
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4081Messaggio iopoipoi
lun 24 set 2018, 10:29

vabeh dai, qui siamo dalle parti della nostalgia però sù..

io non solo penso, ma ho la certezza che stiamo meglio ora, così come ho la certezza che staremo meglio tra 10, o 20, o 30 anni, come qualità della vita.

Poi che ci siano cose che possano piacere o meno, va bene, questo ci sta, ma è diverso.
se uno vede un film di Bud Spencer , ci si rende subito conto: si è perso in semplicità e romanticismo, ma è un altro tema.

prendiamo le auto, quanto fa godere un aspirato? oggi fanno solo turbo causa emissioni, consumi, etc etc. ma le auto di oggi non sono nemmeno paragonabili a quelle di solo 10 anni fa, praticamente sono delle astronavi a confronto.

e poi c'è una cosa che mi impazzire quando sento la laudatio temporis acti: il mondo attuale è quello che abbiamo fatto noi,il mondo che si rimpiange è quello fatto dai genitori, dai nonni, etc etc. quindi con chi dobbiamo prendercela nel caso?

oltre al fatto che da quando esiste l'umanità si ha il rimpianto del passato (ricordate lo scontro tra Glauco e Diomede?), è un tratto tipico dell'umanità come anche il film di woody ci illustra..
Marco

Avatar utente
myfisite
Site Admin
Messaggi: 954
Iscritto il: sab 10 feb 2018, 15:13
Località: Prov. Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4087Messaggio myfisite
lun 24 set 2018, 14:00

Il grado di civiltà di una società non si misura col livello tecnologico raggiunto ma con la capacità di prendersi cura di chi è più debole e indifeso (bambini, anziani, malati). Direi che di passi indietro ne abbiamo fatti tanti visto che gli anziani e i bambini malati (inutili?) vengono uccisi contro la loro volontà, si compera un neonato su un catalogo, i disabili rimangono senza sussidio, per una visita cardiologica ci sono due anni di attesa, i diritti sociali vengono erosi, la povertà e le disparità sociali aumentano. Tutto calato dall'alto. Meglio cullarsi nell'illusione che tutto vada meglio seduto su una macchina di ultima generazione: l'individualismo borghese in una delle sue forme più pure. Lasciatemi fuori da questo genere di discorsi, grazie.
Marco A.

pasgal
Messaggi: 230
Iscritto il: dom 1 lug 2018, 14:33
Località: Roccarainola (NA) 80030
Contatta:

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4088Messaggio pasgal
lun 24 set 2018, 14:11

Faccio fatica ad entrare nel topic... ma per rispetto di Andrea lo faccio con poche parole: il mondo in cui viviamo e tutto quello che ci inculcano, compresi i "punti di arrivo" sono il frutto di una Scienza falsa e lo scientismo è la peggiore delle religioni. Purtroppo anche prima eravamo sotto dominio da parte di un manipolo di uomini, ma oggi stiamo cadendo a picco.
Pasquale

Avatar utente
emulatore
Messaggi: 724
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 8:33
Località: Torino

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4090Messaggio emulatore
lun 24 set 2018, 14:32

Il grado di civiltà di una società non si misura col livello tecnologico raggiunto ma con la capacità di prendersi cura di chi è più debole e indifeso (bambini, anziani, malati). Direi che di passi indietro ne abbiamo fatti tanti visto che gli anziani e i bambini malati (inutili?) vengono uccisi contro la loro volontà, si compera un neonato su un catalogo, i disabili rimangono senza sussidio, per una visita cardiologica ci sono due anni di attesa, i diritti sociali vengono erosi, la povertà e le disparità sociali aumentano. Tutto calato dall'alto. Meglio cullarsi nell'illusione che tutto vada meglio seduto su una macchina di ultima generazione: l'individualismo borghese in una delle sue forme più pure.
Condivido in toto.
lo scientismo è la peggiore delle religioni. Purtroppo anche prima eravamo sotto dominio da parte di un manipolo di uomini, ma oggi stiamo cadendo a picco.
Dici bene anche tu Pasquale.
Emmanuele

iopoipoi
Messaggi: 168
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 12:09
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4092Messaggio iopoipoi
lun 24 set 2018, 15:15

Marco, come sempre, ma dove?

di che parli mi pare fuori da qualsiasi dato, realtà, solo suggestioni e titoli click bait, poi uno si stupisce di certe realtà/dimensioni elettorali..

i dati sono chiari, ma molto, quando parli di anziani e bambini davvero l'apice, ma dove? una volta manco esistevano gli anziani che le % di invecchiamento della popolazione erano completamente al contrario, le famiglie erano monoreddito e quindi certi servizi manco esistevano, bambini che vengono uccisi? si comperano neonati su un catalogo? ma di che parli? disabili senza sussidio? eh? i cavalieri dell'apocalisse li lasci in garage di fianco all'auto ultima generazione?

puoi farmi esempi concreti invece che le solite frasi a caso?

tutto calato dall'alto! Gomblottoooooooooo

una roba vera invece che contraddice quanto scrivevo prima è legata al riscaldamento globale, nel senso che il cambio climatico può effettivamente pregiudicare le condizioni attuali di vita e di conseguenza anche la qualità della vita stessa, quanto e come lo si scoprirà nei prossimi decenni
Marco

paofie
Messaggi: 94
Iscritto il: gio 22 feb 2018, 10:30
Località: piombino LI

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4094Messaggio paofie
lun 24 set 2018, 15:54

andreamilano ha scritto:
dom 23 set 2018, 19:49
Rispecchia anche il tuo modo di vivere o lo dedichi a chi come me vive il suo mondo Paolo?
Non lo dedico a nessuno in particolare. Sono solo d'accordo con quello che suggerisce Woody Allen
Ciao Paolo

iopoipoi
Messaggi: 168
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 12:09
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4095Messaggio iopoipoi
lun 24 set 2018, 16:00

eh, grande verità come dicevo, dalla notte dei tempi, da che esiste l'uomo..molto interessante come aspetto tra l'altro
Marco

paofie
Messaggi: 94
Iscritto il: gio 22 feb 2018, 10:30
Località: piombino LI

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4096Messaggio paofie
lun 24 set 2018, 16:03

iopoipoi ha scritto:
lun 24 set 2018, 16:00
eh, grande verità come dicevo, dalla notte dei tempi, da che esiste l'uomo..molto interessante come aspetto tra l'altro
La memoria poi è una brutta bestia. Avete mai provato a rifrequentare una vostra ex? :D :D :D :D :D
Ciao Paolo

iopoipoi
Messaggi: 168
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 12:09
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4097Messaggio iopoipoi
lun 24 set 2018, 16:15

ahaahha, io no, ma capisco, tipo compagni di scuola 20 anni dopo

la nostalgia è un sentimento nobile e dolce, ma tradimentoso

io fortunatamente non ne ho mai sofferto, al massimo ho sempre avuto quella che si chiama nostalgia di futuro

son troppo curioso di sapere cosa succederà/come vivremo tra 20, 30, 40, 50 anni, speriamo riuscire a vederlo
Marco

paofie
Messaggi: 94
Iscritto il: gio 22 feb 2018, 10:30
Località: piombino LI

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4098Messaggio paofie
lun 24 set 2018, 16:30

iopoipoi ha scritto:
lun 24 set 2018, 16:15
ahaahha, io no, ma capisco, tipo compagni di scuola 20 anni dopo

la nostalgia è un sentimento nobile e dolce, ma tradimentoso

io fortunatamente non ne ho mai sofferto, al massimo ho sempre avuto quella che si chiama nostalgia di futuro

son troppo curioso di sapere cosa succederà/come vivremo tra 20, 30, 40, 50 anni, speriamo riuscire a vederlo
La penso come te. Certo è che però l'uomo è naturalmente portato a guardarsi indietro, non fosse altro che per il fatto che la mente esercita una vera a e propria censura sui ricordi spiacevoli, tenendo soprattutto quelli gradevoli. Forse non è un caso che la visione del futuro come l'abbiamo noi si sia sviluppata solo dopo la rivoluzione industriale. Noi vediamo il futuro come qualcosa che ci viene incontro, come una strada davanti a noi. Per gli antichi greci, almeno per quello che mi diceva il mio prof al liceo, era il contrario, proveniva da dietro le spalle.
Ciao Paolo

iopoipoi
Messaggi: 168
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 12:09
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4099Messaggio iopoipoi
lun 24 set 2018, 16:54

interessante, io pensavo fosse una questione biologico evolutiva, nel senso che siamo naturalmente legati a ciò di cui siamo composti, e venendo dal passato siamo legati a esso in modo sostanziale

sai che questa questione della visione del futuro dei greci non la ricordavo? immaginando impossibile che non me l'abbiano raccontata è più probabile che io capra non la ricordi, devo approfondire subito, davvero interessante grazie
Marco

andreamilano
Messaggi: 494
Iscritto il: gio 15 feb 2018, 22:16
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4113Messaggio andreamilano
mar 25 set 2018, 19:44

iopoipoi ha scritto:
lun 24 set 2018, 16:15
ahaahha, io no, ma capisco, tipo compagni di scuola 20 anni dopo

la nostalgia è un sentimento nobile e dolce, ma tradimentoso

io fortunatamente non ne ho mai sofferto, al massimo ho sempre avuto quella che si chiama nostalgia di futuro

son troppo curioso di sapere cosa succederà/come vivremo tra 20, 30, 40, 50 anni, speriamo riuscire a vederlo
Mi vedo tutt'ora con un compagno di prima media inferiore Marco. Come se non fossero passati oltre 30 anni. Ha un'attività propria, funziona ma tornerebbe indietro volentieri quanto me. Soprattutto non ri-facendo l'errore di aprire appunto un'attività propria (Chicken & Chicken). E pensare che prima di diventare amici abbiamo fatto a botte...
All'epoca, la rotonda nel giardino vicino scuola, lo chiamavamo "ring". Ci si doveva confrontare prima di legare amicizia. Leggi di quartiere...
Andrea Loberto

Avatar utente
M.Ambrosini
Site Admin
Messaggi: 1737
Iscritto il: ven 9 feb 2018, 7:10
Località: Ravenna
Contatta:

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4120Messaggio M.Ambrosini
mer 26 set 2018, 8:07

andreamilano ha scritto:
mar 25 set 2018, 19:44

Mi vedo tutt'ora con un compagno di prima media inferiore Marco. Come se non fossero passati oltre 30 anni. Ha un'attività propria, funziona ma tornerebbe indietro volentieri quanto me. Soprattutto non ri-facendo l'errore di aprire appunto un'attività propria (Chicken & Chicken). E pensare che prima di diventare amici abbiamo fatto a botte...
All'epoca, la rotonda nel giardino vicino scuola, lo chiamavamo "ring". Ci si doveva confrontare prima di legare amicizia. Leggi di quartiere...
In Italia a chi apre un'attività propria dovrebbero dare una medaglia al valore civile! Sono veri eroi.
Massimo

iopoipoi
Messaggi: 168
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 12:09
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4122Messaggio iopoipoi
mer 26 set 2018, 10:36

andreamilano ha scritto:
mar 25 set 2018, 19:44


Mi vedo tutt'ora con un compagno di prima media inferiore Marco. Come se non fossero passati oltre 30 anni. Ha un'attività propria, funziona ma tornerebbe indietro volentieri quanto me. Soprattutto non ri-facendo l'errore di aprire appunto un'attività propria (Chicken & Chicken). E pensare che prima di diventare amici abbiamo fatto a botte...
All'epoca, la rotonda nel giardino vicino scuola, lo chiamavamo "ring". Ci si doveva confrontare prima di legare amicizia. Leggi di quartiere...


ahaha, anche da me era così!!!

vedi che era più romantico come ti dicevo?
oggigiorno al massimo si sfidano su Fortnite, poi se sia meglio o peggio non saprei..
Marco

paofie
Messaggi: 94
Iscritto il: gio 22 feb 2018, 10:30
Località: piombino LI

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4127Messaggio paofie
mer 26 set 2018, 14:01

iopoipoi ha scritto:
mer 26 set 2018, 10:36
andreamilano ha scritto:
mar 25 set 2018, 19:44


Mi vedo tutt'ora con un compagno di prima media inferiore Marco. Come se non fossero passati oltre 30 anni. Ha un'attività propria, funziona ma tornerebbe indietro volentieri quanto me. Soprattutto non ri-facendo l'errore di aprire appunto un'attività propria (Chicken & Chicken). E pensare che prima di diventare amici abbiamo fatto a botte...
All'epoca, la rotonda nel giardino vicino scuola, lo chiamavamo "ring". Ci si doveva confrontare prima di legare amicizia. Leggi di quartiere...


ahaha, anche da me era così!!!

vedi che era più romantico come ti dicevo?
oggigiorno al massimo si sfidano su Fortnite, poi se sia meglio o peggio non saprei..
Probabilmente peggio secondo noi, ma meglio secondo loro ;)
Il discorso comunque è complesso. Ho fatto nelle scuole per più di 10 anni laboratori di espressività teatrale attraverso un metodo corporeo, il Metodo Mimico di Orazio Costa, proprio per riabituare ragazzi ipermentalizzati dai social ad una consapevolezza emotiva più legata appunto al corpo. I ragazzi ne hanno beneficiato, soprattutto i più timidi, ma non è che ai tempi miei la situazione forse granché diversa almeno da un certo punto di vista. Oggi solo telefonino; ieri invece solo libri, solo dischi, oppure solo qualcos'altro.
Sto semplificando volutamente, perché, ovviamente, le sfumature in questi argomenti si sprecano, o meglio, si dovrebbero sprecare, imho.
Ciao Paolo

iopoipoi
Messaggi: 168
Iscritto il: ven 16 feb 2018, 12:09
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4128Messaggio iopoipoi
mer 26 set 2018, 14:21

paofie ha scritto:
mer 26 set 2018, 14:01

Probabilmente peggio secondo noi, ma meglio secondo loro ;)
Il discorso comunque è complesso. Ho fatto nelle scuole per più di 10 anni laboratori di espressività teatrale attraverso un metodo corporeo, il Metodo Mimico di Orazio Costa, proprio per riabituare ragazzi ipermentalizzati dai social ad una consapevolezza emotiva più legata appunto al corpo. I ragazzi ne hanno beneficiato, soprattutto i più timidi, ma non è che ai tempi miei la situazione forse granché diversa almeno da un certo punto di vista. Oggi solo telefonino; ieri invece solo libri, solo dischi, oppure solo qualcos'altro.
Sto semplificando volutamente, perché, ovviamente, le sfumature in questi argomenti si sprecano, o meglio, si dovrebbero sprecare, imho.
ahahh vero!

centra poco, ma ai miei tempi c'erano quelli a monodimensione: calcio calcio calcio calcio
in tutto e dovunque
Marco

andreamilano
Messaggi: 494
Iscritto il: gio 15 feb 2018, 22:16
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4129Messaggio andreamilano
mer 26 set 2018, 19:40

M.Ambrosini ha scritto:
mer 26 set 2018, 8:07
andreamilano ha scritto:
mar 25 set 2018, 19:44

Mi vedo tutt'ora con un compagno di prima media inferiore Marco. Come se non fossero passati oltre 30 anni. Ha un'attività propria, funziona ma tornerebbe indietro volentieri quanto me. Soprattutto non ri-facendo l'errore di aprire appunto un'attività propria (Chicken & Chicken). E pensare che prima di diventare amici abbiamo fatto a botte...
All'epoca, la rotonda nel giardino vicino scuola, lo chiamavamo "ring". Ci si doveva confrontare prima di legare amicizia. Leggi di quartiere...
In Italia a chi apre un'attività propria dovrebbero dare una medaglia al valore civile! Sono veri eroi.
Negli ultimi 2 anni ho constatato che anche in Portogallo e isole baleari hanno lo stesso nostro problema, anche un po più accentuato. Sembrerebbe che l'unico loro spiraglio sia quello di affidare il proprio appartamento ad uso vacanza o affitto breve termine per i turisti.
Andrea Loberto

andreamilano
Messaggi: 494
Iscritto il: gio 15 feb 2018, 22:16
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4130Messaggio andreamilano
mer 26 set 2018, 20:13

iopoipoi ha scritto:
mer 26 set 2018, 14:21
centra poco, ma ai miei tempi c'erano quelli a monodimensione: calcio calcio calcio calcio
in tutto e dovunque
Subbuteo, figurine Panini, biglie e...ciliegine sulla torta, il Meccano e l'allegro chirurgo (i miei preferiti). Non tanto per conoscere la sola anatomia ma per vedere come funzionava. Due giochi molto più sensati da dare in mano ad un bambino, piuttosto che uno smartphone. Per le bambine il Dolce Forno. Prova a chiedere ad una/uno diciottenne di eviscerare un pesce o di fare a pezzi del fegato.
Qualche anno fa, alla cassa dell'Esselunga mi è stato chiesto da una ragazza (ridendo ovviamente) se non mi piaceva la "carne normale". Nel carrello avevo cervello, fegato, cuore e polmone. Per me delizie come lo è anche la trippa.
Invece a Roma chiesi ad una giovane cameriera cos'erano le "puntarelle" che mi avevano servito per contorno. Mi rispose dicendomi: è una verdura selvatica che cresce solo quà...
Queste cose, insieme ad altre, come ad esempio saper imbiancare casa o cambiare una corda della tapparella, i giovani d'oggi non le sanno fare. Nella fattispecie i figli dei benestanti.
Andrea Loberto

paofie
Messaggi: 94
Iscritto il: gio 22 feb 2018, 10:30
Località: piombino LI

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4133Messaggio paofie
gio 27 set 2018, 9:19

andreamilano ha scritto:
mer 26 set 2018, 20:13

Queste cose, insieme ad altre, come ad esempio saper imbiancare casa o cambiare una corda della tapparella, i giovani d'oggi non le sanno fare. Nella fattispecie i figli dei benestanti.
Non per contraddirti in modo sterile, ma ti assicuro che neanche io, seppur figlio di un operaio metallurgico, le ho mai volute fare, come del resto i figli dei benestanti anche dei miei tempi. I ragazzi di oggi, per quello che vedo io, hanno di diverso una forte abitudine, che sfocia anche in una vera dipendenza, alla connettività che li ha resi molto diversi, non dico peggiori, ma solo diversi.
Questo documento è il primo che ho trovato dei tanti che girano in rete. Complesso, ma interessante.

https://www.politesi.polimi.it/bitstrea ... ellese.pdf
Ciao Paolo

andreamilano
Messaggi: 494
Iscritto il: gio 15 feb 2018, 22:16
Località: Milano

Re: Meglio ieri o oggi?

Messaggio: # 4135Messaggio andreamilano
gio 27 set 2018, 13:00

paofie ha scritto:
gio 27 set 2018, 9:19
andreamilano ha scritto:
mer 26 set 2018, 20:13

Queste cose, insieme ad altre, come ad esempio saper imbiancare casa o cambiare una corda della tapparella, i giovani d'oggi non le sanno fare. Nella fattispecie i figli dei benestanti.
Non per contraddirti in modo sterile, ma ti assicuro che neanche io, seppur figlio di un operaio metallurgico, le ho mai volute fare, come del resto i figli dei benestanti anche dei miei tempi. I ragazzi di oggi, per quello che vedo io, hanno di diverso una forte abitudine, che sfocia anche in una vera dipendenza, alla connettività che li ha resi molto diversi, non dico peggiori, ma solo diversi.
Questo documento è il primo che ho trovato dei tanti che girano in rete. Complesso, ma interessante.

https://www.politesi.polimi.it/bitstrea ... ellese.pdf
Ho ascoltato molto mia nonna e molti altri saggi che come lei hanno passato la fame, quella nera durante le guerre. L'arte di arrangiarsi è per me diventata il sale della vita. Senza nuove esperienze, senza diversi hobby, la mia vita sarebbe monotona e molto più costosa.

Perdonami Paolo ma non leggo mai volentieri articoli su discussioni che vorrei invece provenissero solo dai propri cuori, dalla propria mente, dalle proprie esperienze.

Secondo il mio punto di vista, non si devono mai abbandonare le vecchie tradizioni, i vecchi pensieri. Questi hanno creato ciò che il futuro non potrà mai garantire. Tecnologia e cibi preconfezionati hanno creato delle larve incapaci di sopravvivere in momenti critici e malate grazie all'accumolo giornaliero di grassi e zuccheri, glutammato e altro ancora.
Andrea Loberto

Rispondi