Pagina 1 di 3

Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: mar 9 ott 2018, 12:23
da emulatore
Ciao a tutti.

Chi di voi in questi giorni si trova a "combattere" contro i blocchi del traffico?

Quanti di voi possiedono un diesel euro 3?

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: mar 9 ott 2018, 16:28
da pasgal
Tasto dolente anche per me, ho un Nissan Terrano II che non cambierei con nulla al mondo, ma ho paura che presto dovrò separamene.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: mar 9 ott 2018, 18:21
da M.Ambrosini
Mi è giunta notizia che anche gli euro 6 saranno banditi dalle aree metropolitane di varie città (tra cui Ravenna) nel giro di qualche anno...sembra si voglia "chiudere" con i diesel...ovviamente tranne quelli commerciali che se anche sono euro 0 possono andare ovunque... :shock:
Chi ne sa parli... :)

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: mar 9 ott 2018, 19:59
da andreamilano
Non più possessore di auto euro 3 diesel da qualche anno però mi metto nei panni di chi non può adeguarsi. Ce ne sono tanti con furgone e altri mezzi da lavoro ad avere questo problema...
Vi racconto qualche esperienza in merito.
Ho tenuto per 8 anni una Fiat Multipla JTD 1900cc immatricolata 15 dicembre 2004, euro 3. Me ne sono passate tra le mani diverse immatricolate gennaio o comunque nel primo semestre 2005 con dicitura a libretto equivalente a euro 4.
Eppure hanno stesso motore, stesso impianto scarico, stesso catalizzatore, stessi parametri in centralina motore. L'unica cosa che cambiava era il filtro gasolio. Quello del 2005 ad immersione, il mio classico a cartuccia esterna come le più recenti Bravo, Grande Punto, Croma, Alfa 147, etc. In revisione, emissioni simili con euro3 e 4. Mah...
Stupefatto il collaudatore ed io per il risultato ottenuto con la mia Fiat 124 sport 1800 del 1973, Opel Ascona 1.3 benzina del 1980 e quella dell'Alfa 75 TS del 1988 di mio fratello. Motori di 124 e 75 rifatti, quindi con tolleranze ridotte per evitare trafilamenti d'olio. In sintesi, al banco revisione si sono comportate come fossero recenti euro 4/5! Leggermente superiore, entro i limiti d'oggi, l'Opel Ascona che ha all'attivo poco più di 100.000Km. Non abbiamo ne catalizzatori ne "troppi" silenziatori. Perchè non potremmo girare liberamente con auto pre euro, anche senza iscrizione A.S.I.? Semplice...non è riportato sul libretto di circolazione. Circa 20 anni fa, un carissimo cliente espose alla casa madre (Mercedes E 250 turbodiesel) il problema per cercare di non installare il famoso "retrofit" che costava circa 2 milioni delle vecchie lire. Dopo rilievo ottenne una carta dove venivano comunicate le nuove emissioni, non differenti da quelle del momento. Se non ricordo male era il 1995. Gli dissero (a voce) che erano eccezioni per auto sovralimentate. Con quella carta poteva poi andare a far aggiornare il libretto in motorizzazione.
Sto pensando di farmi stampare il CO delle auto d'epoca e vedere cosa mi dicono gli ingegneri della Motorizzazione Civile.
La vedo più dura per le auto diesel, ma ricordo benissimo che dopo aver manomesso personalmente i parametri della centralina motore della Multipla, l'auto andava molto meglio, consumava meno e, soprattutto, non fumava più. Non ho però fatto confronti d'emissione, prima e dopo.
Secondo me sarebbe il caso di affidarsi ad un esperto per far rilevare prima e dopo mappatura. Di sicuro non diventa un euro 6, ma se l'euro3 diventasse un euro 4...

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: mar 9 ott 2018, 20:13
da andreamilano
M.Ambrosini ha scritto:
mar 9 ott 2018, 18:21
Mi è giunta notizia che anche gli euro 6 saranno banditi dalle aree metropolitane di varie città (tra cui Ravenna) nel giro di qualche anno...sembra si voglia "chiudere" con i diesel...ovviamente tranne quelli commerciali che se anche sono euro 0 possono andare ovunque... :shock:
Chi ne sa parli... :)
Quì a Milano da tempo circolano furgoni e mezzi di trasporto persone, bi-fuel. In sostanza, motori diesel alimentati a metano. Non capisco perchè un divieto così drastico quando il problema sembrerebbe risolvibile, almeno in gran parte.

https://motori.virgilio.it/info-utili/c ... el/103572/

https://landirenzo.com/sites/default/fi ... ddf-it.pdf

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: mer 10 ott 2018, 12:58
da emulatore
La cosa fantastica (per modo di dire) è questa:

Quand'è stato il momento dei sacchetti dell'ortofrutta è successo un finimondo.
Gente che litigava alle casse, che imbustava singolarmente la frutta, tant'è che alcuni supermercati qui a Torino si sono adeguati e permettono ai clienti di portare il proprio sacchetto di plastica.
Tutto questo per non spendere 8/9 euro all'anno di sacchetti (che tra l'altro si possono utilizzare per buttare della spazzatura.

Adesso che centinaia di migliaia di persone si trovano con un euro 3 diesel, magari anche in perfette condizioni e che adesso si ritrovano a fare i salti mortali per arrivare al lavoro, forse svegliandosi 1 ora prima o più al mattino per arrivare chissà dove e che probabilmente non possono affrontare in alcun modo la spesa per un'auto nuova neanche a rate, tutto tace.

Tutti con la coda tra le gambe ad accettare come pecore quello che in maniera illegittima viene spacciato per verità assoluta.

Tra quelli che conosco io, ci fosse uno, uno solo, che si sia arrabbiato o perlomeno lamentato della cosa.

Tutti zitti che obbediscono.

Sarò strano io.....probabilmente.....

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: mer 10 ott 2018, 20:47
da myfisite
emulatore ha scritto:
mer 10 ott 2018, 12:58
Tra quelli che conosco io, ci fosse uno, uno solo, che si sia arrabbiato o perlomeno lamentato della cosa.
Non so dove vivi tu ma qui ci sono parecchi inviperiti. Ho sentito una signora cui hanno appena sequestrato la vettura euro 3. Dal 1 ottobre 2020 saranno bloccati in Lombardia i diesel euro 4 (come il mio). In Emilia gli euro 4 sono stati bloccati con due anni di anticipo ma è in corso una raccolta firme contro il provvedimento. Dal punto di vista strettamente scientifico è una cosa senza senso.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: mer 10 ott 2018, 20:50
da myfisite
andreamilano ha scritto:
mar 9 ott 2018, 20:13

Quì a Milano da tempo circolano furgoni e mezzi di trasporto persone, bi-fuel. In sostanza, motori diesel alimentati a metano. Non capisco perchè un divieto così drastico quando il problema sembrerebbe risolvibile, almeno in gran parte.

https://motori.virgilio.it/info-utili/c ... el/103572/

https://landirenzo.com/sites/default/fi ... ddf-it.pdf
Mi hanno riferito che gli impianti Landi sono pessimi, sarà vero? Ci sono alternative di maggiore qualità?

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: gio 11 ott 2018, 8:30
da emulatore
[/quote]

Mi hanno riferito che gli impianti Landi sono pessimi, sarà vero? Ci sono alternative di maggiore qualità?
[/quote]

In giro si sente tutto ed il contario di tutto.
Landi Renzo fa impianti a gas (metano e gpl) per autotrazione dal '54 ed opera in europa, asia e america.
Diciamo che non sono proprio gli ultimi arrivati ecco.
Quello che fa la differenza, molto spesso (come un pò tutto ciò che concerne la meccanica in genere) è la qualità dell'installazione, ergo se l'installatore è una capra avrai dei problemi anche con un Impianto Prins.

Detto questo io ho un impianto GPL Zavoli, progettato e prodotto a Calisese (FC).
Dopo 2 anni di utilizzo devo dire che non ho mai avuto mezzo problema.
Subito dopo l'installazione magari un paio di rimappature alla centralina del GPL bisogna farle (ovviamente gratis), ma questo capita quasi sempre....per il resto liscio come l'olio.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: gio 11 ott 2018, 9:37
da myfisite
andreamilano ha scritto:
mar 9 ott 2018, 20:13

Quì a Milano da tempo circolano furgoni e mezzi di trasporto persone, bi-fuel. In sostanza, motori diesel alimentati a metano.
Leggevo che però dipende dal testo dello ordinanze locali. Infatti l'omologazione non cambia dopo la modifica. Per cui, se l'ordinanza non lo prevede espressamente, il mezzo non può circolare anche se bi-fuel.

Nella legga regionale Lombarda per ora va bene, ma nelle altre regioni è lo stesso? Infatti il problema è che oggi, con un diesel euro 4 posso ancora andare a Milano ma non posso più andare a Bologna. Uno deve perdere le giornate a informarsi?

In Lombardia ad oggi:

4. Sono esclusi dalle limitazioni:
a) i veicoli elettrici leggeri da città, i veicoli ibridi e multimodali, i microveicoli elettrici e elettroveicoli ultraleggeri;
b) i veicoli muniti di impianto, anche non esclusivo, alimentato a gas naturale o GPL, per dotazione di fabbrica o per successiva installazione;


Aggiornamento: in Emilia non sono esclusi dalle limitazioni i bi-fuel diesel! Quindi non possono circolare.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: gio 11 ott 2018, 10:34
da andreamilano
myfisite ha scritto:
mer 10 ott 2018, 20:50
andreamilano ha scritto:
mar 9 ott 2018, 20:13

Quì a Milano da tempo circolano furgoni e mezzi di trasporto persone, bi-fuel. In sostanza, motori diesel alimentati a metano. Non capisco perchè un divieto così drastico quando il problema sembrerebbe risolvibile, almeno in gran parte.

https://motori.virgilio.it/info-utili/c ... el/103572/

https://landirenzo.com/sites/default/fi ... ddf-it.pdf
Mi hanno riferito che gli impianti Landi sono pessimi, sarà vero? Ci sono alternative di maggiore qualità?
Sentito parlar bene del BRC ad iniezione sequenziale fasata, anche se in genere son sempre stato contrario all'impianto a gas. Lunghe attese per il rifornimento e problemi meccanici su testate di serie che non prevedono carburanti alternativi. Stasera cercherò di postare la foto di una valvola prima/dopo per far notare cosa succede a lungo su motori benzina.
Probabilmente diverso il comportamento su motori a gasolio perchè, da quanto letto, il motore verrebbe alimentato da miscela gasolio/gas e non solo gas.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: gio 11 ott 2018, 10:43
da andreamilano
myfisite ha scritto:
gio 11 ott 2018, 9:37
andreamilano ha scritto:
mar 9 ott 2018, 20:13

Quì a Milano da tempo circolano furgoni e mezzi di trasporto persone, bi-fuel. In sostanza, motori diesel alimentati a metano.
Leggevo che però dipende dal testo dello ordinanze locali. Infatti l'omologazione non cambia dopo la modifica. Per cui, se l'ordinanza non lo prevede espressamente, il mezzo non può circolare anche se bi-fuel.

Nella legga regionale Lombarda per ora va bene, ma nelle altre regioni è lo stesso? Infatti il problema è che oggi, con un diesel euro 4 posso ancora andare a Milano ma non posso più andare a Bologna. Uno deve perdere le giornate a informarsi?

In Lombardia ad oggi:

4. Sono esclusi dalle limitazioni:
a) i veicoli elettrici leggeri da città, i veicoli ibridi e multimodali, i microveicoli elettrici e elettroveicoli ultraleggeri;
b) i veicoli muniti di impianto, anche non esclusivo, alimentato a gas naturale o GPL, per dotazione di fabbrica o per successiva installazione;


Aggiornamento: in Emilia non sono esclusi dalle limitazioni i bi-fuel diesel! Quindi non possono circolare.
Niente da fare allora...
Prima o poi ci toccheranno lunghe attese per caricare batterie e dovremo scegliere mete vicine per andare in ferie.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: gio 11 ott 2018, 11:05
da myfisite
Comunque siamo alle solite: in Germania sono attive più di cento centrali al carbone e alcune ancora a lignite. Ma il problema sono le auto diesel che inquinano. Roba da matti.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: gio 11 ott 2018, 16:10
da andreamilano
Roba da matti davvero Marco...
Chissà cosa subiranno concessionarie e negozianti nel periodo natalizio, quando per assurdo bloccheranno completamente il traffico. Sembra che vogliano in tutti i modi far andare a rotoli l'economia.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: ven 12 ott 2018, 8:38
da emulatore
Stasera cercherò di postare la foto di una valvola prima/dopo per far notare cosa succede a lungo su motori benzina
L'usura delle valvole riguarda anche gli altri carburanti e dati alla mano non mi sento di affermare che ci sia tutta questa differenza.
Anche dopo 100.000 km a benzina non è che le valvole siano proprio immacolate, i depositi carboniosi li trovi comunque.
Io ho fatto circa 160.000 km a benzina, 100.000 a metano e altri 70.000 a GPL e le valvole sono l'ultimo problema...perlomeno del mio motore.
Ho solo notato un'usura precoce delle candele che per via delle temperature maggiori in camera tendono ad ossidarsi prima....ma per il resto.....

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: ven 12 ott 2018, 9:08
da paofie
emulatore ha scritto:
ven 12 ott 2018, 8:38
Stasera cercherò di postare la foto di una valvola prima/dopo per far notare cosa succede a lungo su motori benzina
L'usura delle valvole riguarda anche gli altri carburanti e dati alla mano non mi sento di affermare che ci sia tutta questa differenza.
Anche dopo 100.000 km a benzina non è che le valvole siano proprio immacolate, i depositi carboniosi li trovi comunque.
Io ho fatto circa 160.000 km a benzina, 100.000 a metano e altri 70.000 a GPL e le valvole sono l'ultimo problema...perlomeno del mio motore.
Ho solo notato un'usura precoce delle candele che per via delle temperature maggiori in camera tendono ad ossidarsi prima....ma per il resto.....
Anche io ho il metano sulla mia vecchia punto II serie e più o meno siamo lì.
Sul blocco dei diesel, comprendendo perplessità sull'efficacia e il fastidio, credo che qualche motivo ci sia, guardando qua e là sulla rete ...

"... fu lo Iarc, il centro internazionale di ricerca sul cancro dell'Oms, a stabilire che “le prove scientifiche sono inconfutabili e le conclusioni del gruppo di lavoro sono state all'unanimità”: il diesel è cancerogeno. Una “sentenza” che ritorna oggi con forza al centro del dibattito, dopo che i giudici tedeschi hanno autorizzato i Comuni a vietare la circolazione delle auto a gasolio nei centri urbani."

http://europa.today.it/ambiente/diesel- ... nzina.html

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: ven 12 ott 2018, 10:15
da myfisite
paofie ha scritto:
ven 12 ott 2018, 9:08
Sul blocco dei diesel, comprendendo perplessità sull'efficacia e il fastidio, credo che qualche motivo ci sia, guardando qua e là sulla rete ...
"... fu lo Iarc, il centro internazionale di ricerca sul cancro dell'Oms
L'OMS è una organizzazione con fini terzi che ha poca (o nessuna) credibilità scientifica. Le analisi sul particolato dicono che...

Immagine

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: ven 12 ott 2018, 10:25
da paofie
myfisite ha scritto:
ven 12 ott 2018, 10:15
paofie ha scritto:
ven 12 ott 2018, 9:08
Sul blocco dei diesel, comprendendo perplessità sull'efficacia e il fastidio, credo che qualche motivo ci sia, guardando qua e là sulla rete ...
"... fu lo Iarc, il centro internazionale di ricerca sul cancro dell'Oms
L'OMS è una organizzazione con fini terzi che ha poca (o nessuna) credibilità scientifica. Le analisi sul particolato dicono che...

Immagine
Credo che la pericolosità delle polveri sottili sia un dato acquisito. Che poi i diesel non siano i soli a spargerne in quantità, sono d'accordo. Suggerire però che sia tutta una bufala pseudoscientifica a danno dei diesel e dei loro proprietari, penso sia un po' eccessivo.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: ven 12 ott 2018, 10:35
da myfisite
Non ho scritto che sia una bufala. Ho scritto che tutto quello che viene dall'OMS (che ha fini politici e non scientifici) lo prendo con le pinze e cerco verifiche indipendenti. Che respirare il diesel faccia male lo sappiamo tutti.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: ven 12 ott 2018, 10:40
da paofie
myfisite ha scritto:
ven 12 ott 2018, 10:35
Non ho scritto che sia una bufala.
E' vero. Nemmeno io ho scritto che l'hai scritto.
Diciamo che l'ho dedotto da quello che ho capito dai post precedenti.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: ven 12 ott 2018, 10:43
da fantabaffo
myfisite ha scritto:
ven 12 ott 2018, 10:35
Non ho scritto che sia una bufala. Ho scritto che tutto quello che viene dall'OMS (che ha fini politici e non scientifici) lo prendo con le pinze e cerco verifiche indipendenti. Che respirare il diesel faccia male lo sappiamo tutti.
In che senso l'OMS non ha fini scientifici? Non fa ricerca per le sue divulgazioni?
Inoltre, in che senso ha finalità politiche?

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: ven 12 ott 2018, 10:52
da myfisite
paofie ha scritto:
ven 12 ott 2018, 10:40
myfisite ha scritto:
ven 12 ott 2018, 10:35
Non ho scritto che sia una bufala.
E' vero. Nemmeno io ho scritto che l'hai scritto.
Diciamo che l'ho dedotto da quello che ho capito dai post precedenti.
Scusa, mi esprimo sempre con espressioni "tranchant": non è sempre possibile articolare tutto un pensiero in poche righe.

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: ven 12 ott 2018, 10:55
da myfisite
fantabaffo ha scritto:
ven 12 ott 2018, 10:43
myfisite ha scritto:
ven 12 ott 2018, 10:35
Non ho scritto che sia una bufala. Ho scritto che tutto quello che viene dall'OMS (che ha fini politici e non scientifici) lo prendo con le pinze e cerco verifiche indipendenti. Che respirare il diesel faccia male lo sappiamo tutti.
In che senso l'OMS non ha fini scientifici? Non fa ricerca per le sue divulgazioni?
Inoltre, in che senso ha finalità politiche?
Vediamo se ci capiamo con un esempio. L'obbligatorietà delle vaccinazioni pediatriche (di cui tanto si è discusso) è una questione di "politica sanitaria" o di "scienza"?

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: ven 12 ott 2018, 11:24
da paofie
Questo articolo mi pare il più equilibrato fra quelli che ho trovato.
https://www.fondazioneveronesi.it/magaz ... ancerogeni

Re: Blocchi del traffico e ambiente

Inviato: ven 12 ott 2018, 11:26
da fantabaffo
myfisite ha scritto:
ven 12 ott 2018, 10:55
Vediamo se ci capiamo con un esempio. L'obbligatorietà delle vaccinazioni pediatriche (di cui tanto si è discusso) è una questione di "politica sanitaria" o di "scienza"?
Io risponderei che si tratta principalmente di un approccio scientifico, almeno a vedere i documenti ciclici che l'OMS pubblica con tutti i dati di rilievo riguardanti le immunizzazioni a livello mondiale. Difficile escludere al 100% ingerenze di altro tipo, ovviamente.
Ma torno a chiederti, in che senso "politica"? Oppure, in che senso "politica sanitaria"?